Tag


  • La cura dei piedi è importantissima, soprattutto in questa stagione, dove a venire scoperti non sono solo fisici abbronzati. La cura dei piedi allora diventa un argomento trattatissimo insieme a diete e prodotti di bellezza…che senso avrebbe trascurare un particolare così importante e sfoggiare corpi perfetti con piedi disastrosi??!! Dunque non solo creme anti-cellulite e ginnastica pancia-piatta, ma anche cura dei piedi!
  • Ecco alcuni semplici consigli con cui prendersi cura dei piedi da sole…fai-da-tè!
  • Prendete l’abitudine di fare un pediluvio tiepido almeno una volta alla settimana. Aggiungete all’acqua del sale grosso, del bicarbonato, o dell’amido di mais, tutti ottimi rimedi per sgonfiare le estremità e ammorbidire la pelle. Potete anche usare l’acqua di cottura di pasta e riso o delle patate, che contenendo l’amido, rilassa e addolcisce l’epidermide. O ancora, riservatevi un momento di relax con un bagno di bellezza al latte caldo, intervallato da un massaggio con una miscela di latte e miele (mescolati in pari quantità), da risciacquare nel latte caldo e poi sotto l’acqua fredda per riattivare la circolazione.

Se nemmeno in ufficio rinunciate ai tacchi alti, concedetevi almeno in casa di liberare i piedi dalle scarpe e camminare scalzi. Fateli respirare e fate un po’ di ginnastica, muovendo le dita e roteando le caviglie. Potete anche far scorrere sotto la pianta gli appositi rulli massaggianti, o una semplice lattina: riattivare la circolazione è fondamentale per la salute di piedi e gambe.

Dopo il pediluvio, concedetevi uno scrub, che rimuove le cellule morte e rinnova la pelle. Massaggiate con vigore, soprattutto sui talloni e nelle zone della pianta dove la pelle è più spessa. Scegliete un prodotto idratante e rinfrescante e applicatelo subito dopo con un massaggio, attraverso piccoli movimenti circolari dalla punta dei piedi fino alla caviglia. Applicate una seconda mano di crema e senza farla assorbire del tutto, indossate dei calzini corti di cotone per tutta la notte. Al mattino sentirete che pelle liscia!

Cominciate con lo sfregare le zone incriminate con la pietra pomice e coccolate le estremità come suggerito nei punti sopra (parole d’ordine: ammorbidire – esfoliare – idratare). Se la situazione è davvero compromessa, fatevi consigliare in farmacia un prodotto apposito per trattare i calli. Non cercate di rimuoverli tagliando la pelle ispessita con le forbici: potreste ferirvi e causare un’infezione, senza contare che dove la pelle è stata intaccata tende a ricrescere più dura.

Per quanto riguarda la stesura dello smalto, per una pedicure a regola d’arte sfregate bene le unghie con l’apposito spazzolino per pulirle perfettamente, sopra e sotto, e con una limetta di cartone passate bene la superficie da spennellare per togliere il grasso e livellare l’unghia. Quindi armatevi di separatori per le dita e stendete uno strato di smalto nutriente trasparente, servirà a proteggere le unghie dallo strato colorato che tende a farle ingiallire. A questo punto sbizzarritevi con i colori: potete optare per il classico rosso lacca supersexy se avete piedi e dita affusolate, oppure per un bordeaux o un viola scurissimo, o il classico nero. Molto chic anche la french, ma attenzione a tenere comunque le unghie di una lunghezza che non superi il polpastrello, le dita dei piedi sono notevolemte più corte e tozze di quelle delle mani, evitiamo un effetto grottesco. Se siete giovane lanciatevi con tinte fluo brillanti e sandali alla schiava piatti.

Potete anche ingioiellare le estremità con anellini sulle dita o cavigliere tintinnanti, sono accessori carini, si addicono a tutte e fanno subito estate anche se i vostri piedi sono ancora lì ad arroventarsi sull’asfalto di città.